Behind

Armani Privé Milano, Italia musica

Armani Privé

Via A. Manzoni, 31 - Milano | mappa

in lista, 3336884867

23:00

Behind ovvero dietro. Dietro l’appariscente e altisonante, tanto quanto decadente, nome di Armani (ma ormai un po tutto il mondo della moda non naviga in acque d’oratei) nel suo privé, si cela una club night settimanale. House a tratti soulful e mai troppo pesante, per non farti sentire il retrogusto dell’ingresso omaggio con consumazione facoltativa a 20 euro (e sempre di didietro si parla), fa ballare clubber sprovveduti e affaristi in crisi che ostentano il loro benessere con boccia di vodka al tavolo e accompagnatrici. Una volta al mese c’è anche l’ospite internazionale (sono passati Dorfmeister e Louie Vega), l’unica occasione in cui forse valga la pena mettersi la camicia e presentarsi.

Cristallo Donato

Altri eventi di notte

  • gio 3 mag Syntheke Sessanta Cinque Metri Quadri
  • gio 3 mag Mokambo Zoom Bar
  • ven 4 mag Subb-An Milano luogo segreto

Zero consiglia

  • how to japanize your life How to japanize your life

    Scopri il Giappone a Milano, Napoli e Padova nei luoghi del bere e del mangiare, della cultura, nei negozi, nelle palestre per arti marziali e nei giardini zen.
    Un progetto di Onitsuka Tiger & Zero.

  • ZeroMusica Google+

    L'emozione della musica ovunque ti trovi. Scopri ZeroMusica su Google+ con foto, report, video e hangout dai migliori festival italiani.

  • logo lagazzettamusicale La Gazzetta Musicale

    Magazine online sul meglio della musica colta e contemporanea a Milano. Una redazione di esperti scelti da Zero.

  • logo zero design festival Zero Design

    Il countdown ufficiale al Salone del Mobile 2013 con i consigli e i progetti per il Salone di Zaven, Odoardo Fioravanti, Maurizio Stocchetto, Susanna Legrenzi, Rota & Jorfida, Ippolito Pestellini, Giorgio Biscaro Paolo Cappello Giulio Iacchetti e Sovrappensiero.

  • logo istanbul design guide Istanbul Design Guide

    La guida alle 50 architetture piu' influenti costruite ad Istanbul dagli anni 80 e realizzata in occasione della prima edizione della Istanbul design biennale.